Ridurre i consumi di Luce e Gas

Ma è veramente possibile ridurre i consumi di luce e gas? La risposta è si se adottiamo qualche trucchetto in modo intelligente ed economico. Ecco alcuni consigli utili per spendere meno e risparmiare qualche centinaio di euro in un anno.
Ridurre i consumi di luce e gas
Staccare la corrente da Pc e Tv durante la notte, 20 gradi in soggiorno, lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico; piccoli trucchi e accorgimenti che valgono in un anno centinaia di euro in meno in bolletta.

Ridurre i consumi di luce e gas è possibile?

È una domanda che molti italiani si pongono, dopo che si sono visti già in bolletta i primi rincari.

Le fatture recapitate ad oggi evidenziano un aumento di costi importanti per le famiglie. Per molte famiglie già si parla di “povertà energetica”, soprattutto per le persone più fragili come i pensionati.

La risposta è si! Sono molte le azioni che possiamo compiere per contrastare l’aumento dei prezzi degli ultimi mesi.

Un uso più intelligente degli elettrodomestici, uno stile di vita consapevole e interventi strutturali consentono un abbattimento dei costi energetici.

Iniziamo dagli interventi strutturali, dove il mercato oggi mette a disposizione soluzioni di efficienza energetica in grado di ridurre i costi drasticamente.

Il clinte può usufruire di incentivi e bonus che li rende protagonisti della transazione energetica e della lotta ai mutamenti climatici.

Ma ora, oltre agli investimenti, vediamo una serie di accorgimenti che possiamo adottare da subito per risparmiare energia elettrica.

Una maggiore attenzione all’uso degli elettrodomestici e come riscaldiamo l’abitazione può valere circa 2.500Kwh di consumo elettrico, e circa 1.800 smc di consumo gas.

Sono centinaia di euro risparmiati per una famiglia di 3/4 componenti in un appartamento di 90 mq circa.

Luce! Come risparmiare energia elettrica

Vediamo ora in che modo!

Uno dei consumi più rilevanti è quello degli elettrodomestici inutilizzati, connessi h24 alla presa elettrica. Pc, televisori, forno a microonde a esempio.

Evitare lo “Stand-By” è possibile magari attraverso cuabatte elettriche con interrutto di spegnimenti, e può portare a risparmiare fino a 6/7% di energia l’anno.

Lo sfruttamento della luce solare al massimo, e una maggiore attenzione all’ spegnimento delle luci può vale 3/4% di risparmio.

Come risparmiare energia elettrica

Esistono in casa elettrodomestici di grande importanza. L’uso intelligente dei grandi elettrodomestici, comne frigoriferi, congelatori, lavatrici…fa la differenza.

La situazione ideale è utilizzare apparecchi con consumi in classe A o superiori, ma sono possibili risparmi importanti anche senza cambiarli.

Vediamo alcuni consigli!

Un frigorifero distanziato dalla parete di 20 cm, aperto solo lo stretto indispensabile e impostato a 6°, porta un risparmio del 3% di energia l’anno.

La stessa percentuale la troviamo nel lavaggio degli abiti abbassando la temperatura da 90° a 60°, e nella lavastoviglie con cicli brevi di lavaggio senza residui.

Dunque la buona gestione complessiva di questi elettrodomestici può portare una riduzione dei costi che si avvicina al 10% annuo.

Sempre più diffusi sono i condizionatori d’aria. Il risparmio può arrivare a circa 7/8% se impostati alla giusta temperatura, a finestre chiuse, e utilizzati in modalità deumidificatore.

Anche un utilizzo intelligente dell’asciucapelli, piastre per capelli, ferro da stiro e aspirapolvere incidono notevolmente sulla bolletta.

Sono gli elettrodomestici denominati “Mangia corente” che di solito si aggirano intorno ai 2000w di potenza.

Gas! Come risparmiare sul riscaldamento

Anche sul riscaldamento possiamo adottare trucchi e accorgimenti per ridurre gli sprechi. Si tratta di una spesa molto importante nei consumi energetici.

Come risparmiare sul riscaldamento

Naturalmente un temperatura non eccessiva contribuisce al risparmio! La cosa che molti non sanno è che 1 grado in meno porta un risparmio di circa il 7% di energia.

Negli ambienti più frequentati, è consigliabile, non superare i 20°, mentre le camere da letto posso essere anche 2° in meno.

A tale proposito possono essere di grande aiuto le valvole termostatiche, ideate per non superare la temperatura impostata.

Rivolgetevi ad un tecnico specializzato per le valvole termostatiche, il periodo migliore è sicuramente da aprile a ottobre.

Se la vostra abitazione è ben coibentata, il riscaldamento non avrà necessità di rimanere acceso troppe ore; anche dopo lo spegnimento il calore sarà mantenuto.

Tra gli ultimi buoni consigli, ricondatevi dello spurgo dei termosifoni ( l’aria interna limita la loro efficienza), una manutenzione periodica della caldaia e qualsiasi tipo di copertura dei caloriferi, che possa limitare la circolazione di aria calda.


Pacco Alimentare

Pacco Alimentare

Condividi questa notizia per primo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su print

Se ti è piaciuto condividi questo articolo sui social e lasciaci un tuo commento.

Lascia un commento

Back to top